Come un uomo di trecento anni

La biografia ufficiale di Paul il polpo è palesemente falsa. La querelle sulla nascita del polpo, inglese o italiano, è iniziata a luglio, quando la giovane tedesca Verena Bartsch dichiarò a Bild am Sontag di avere acquistato il polpo all’isola d’Elba e di averlo personalmente allenato e venduto all’acquario di Oberhausen.
Nella “biografia ufficiale” ripresa senza correzioni da Wikipedia in tutte le lingue (i dubbi si affacciano solo nella versione italiana e tedesca) viene indicata per Paul la data di nascita di gennaio 2008. Secondo la direzione di Sealife, la catena di trenta acquari europei Paul sarebbe nato tre anni fa già in cattività, nell’acquario inglese di Weymouth.
Paul sarebbe vissuto dunque due anni e nove mesi. Falso, secondo Luciano Minerva, ideatore di www.earth-condominium.org: un libro americano del 2010, “Octopus: the Ocean’s Intelligent invertebrate” scritto da grandi specialisti e direttori di acquari, sostiene, in un capitolo destinato proprio agli acquari, che “in cattività un polpo può vivere al massimo, un anno, spesso meno”.
“Questa invenzione non si può accettare da una potente multinazionale che dice di fare divulgazione scientifica. – dice Minerva – Sarebbe come se in ipotetico museo extraterrestre fossero esposte le spoglie di un uomo non solo preveggente, ma vissuto circa trecento anni.

14 Jan 2006, Kimberley Region, Australia — Meandering river in the Kimberley Region of Western Australia, aerial view — Image by © Theo Allofs/Corbis